Mole Vanvitelliana, seminario: La salvaguardia dei beni culturali in emergenza

30/11/-0001 -
Un'ottima occasione per visitare la mostra di Cagli agli ultimi giorni d'apertura e al tempo stesso saperne di più sulla tutela dei beni culturali in emergenza.

da Noicultura


Legambiente Marche e l'Agenzia Noicultura, con il patrocinio e il contributo della Provincia di Ancona, in collaborazione con Regione Marche, Comune di Ancona e Archivio Cagli, organizzano venerdì 2 giugno alle 9 il seminario di studi “La salvaguardia dei beni culturali in emergenza” nella Sala Ventrone della Mole Vanvitelliana di Ancona.

L'incontro, promosso nell'ambito della mostra antologica su Corrado Cagli in corso alla Mole fino al 4 giugno, rappresenta un'altra tappa del percorso formativo “Leggere l'arte” portato avanti dal Gruppo di Protezione Civile-Beni Culturali di Legambiente Marche, ma è aperto a tutta la cittadinanza come occasione di approfondimento e riflessione sulla salvaguardia del nostro patrimonio culturale, e in particolare, di quello cosiddetto “minore”.

Espletati i saluti delle Autorità Locali, il programma della mattina prevede 3 interventi sulla catalogazione dei beni storico-artistici in emergenza, sulla decodifica delle immagini-a cura di Francesca Coltrinari dell'Università di Macerata (sede di Fermo)-e sulla tecnica artistica dell’encausto di Corrado Cagli-a cura di Floriano Ippoliti. Nel pomeriggio invece, dopo una visita guidata alla mostra, i lavori del seminario si concludono con un'esercitazione pratica di catalogazione-con la schedatura adottata in situazioni d'emergenza- sulle opere di Cagli esposte alla Mole, coordinata da Milko Morichetti Responsabile Protezione Civile-Beni culturali di Legambiente Marche.

Per l'intera giornata l'ingresso alla mostra sarà gratuito per i soci di Legambiente e ridotto per i partecipanti al seminario.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 30 maggio 2006 - 1194 letture

In questo articolo si parla di legambiente, ancona