Parte da Cerreto d’Esi il progetto di un nuovo Sportello Informadonna

30/11/-0001 -
L’incontro-dibattito è in programma per sabato 27 maggio alle ore 10, nel Centro Culturale Creativo del Comune di Cerreto d’Esi.

da Comunità Montana dell’Esino-Frasassi


L’ssessore alla Cultura della Pace, Cooperazione Internazionale e Pari Opportunità, Graziella Argalia, nell’ambito dei numerosi progetti dedicati dalla Comunità Montana dell’Esino-Frasassi alla Cooperazione Sociale, dopo quello in cui è protagonista il giovane fabrianese Flaviano Bianchini in Guatemala (supporto scientifico al “collettivo Madreselva”, associazione mobilitata contro i disastri ambientali, dovuti all’azione invasiva delle multinazionali) organizza un nuovo incontro, il prossimo 27 maggio al Centro Culturale Creativo del Comune di Cerreto.

Premette l’amministratrice “l’accresciuta attenzione della nostra comunità verso una Cultura della Pace e della Cooperazione umanitaria si fonda sull’opera di sensibilizzazione ed educazione dei giovani alla coscienza della solidarietà”. Al riguardo ricorda la mostra fotografica realizzata in diversi Istituti Superiori di Fabriano, in collaborazione con il professor Castelli, docente di “Sociologia delle immagini” all’Università di Perugina.

“Il tema affrontato – ricorda – è stato quello della costruzione dell’immaginario collettivo sulle problematiche dei paesi deboli, anche in rapporto all’azione svolta dai mezzi di comunicazione che possono essere responsabili di eventuali scollamenti tra la realtà mediata e la realtà reale, rendendo ancora più difficile l’integrazione tra gli esponenti di diverse culture e paesi”.

In queste parole è facile leggere ed interpretare anche ciò che la Argalia, proporrà e Cerreto. “Prioritaria – sottolinea - la promozione di politiche di parità rivolte al sostegno reale delle donne, partendo in prima istanza dalla riduzione delle discriminazioni e in seconda battuta dall’incremento di progetti ed iniziative che favoriscano l’accesso femminile alle opportunità informative, sociali, formative ed occupazionali offerte dal territorio”.

Obiettivi, per il raggiungimento dei quali la Argalia, ha già tenuto una serie di incontri “mirati- ci tiene a rilevare - ad una più profonda conoscenza dei bisogni delle donne residenti nella zona montana. Dopo il primo positivo appuntamento organizzato per l’8 marzo a Palazzo Piccioni a Serra San Quirico – aggiunge - in cui s’è concretizzato il coinvolgimento diretto delle donne con un convegno sui diversi tipi di violenza subita, sabato 27 maggio proporremo un nuovo momento di confronto. Appuntamento nel corso del quale puntiamo, tra le altre cose, ad aprire un’altro “Sportello Informadonna” che dovrà costituire per il gentil sesso nel nostro territorio, un punto di riferimento attraverso il quale esprimere le proprie esigenze e far conoscere i propri bisogni”. L’incontro-dibattito è in programma per sabato 27 maggio alle ore 10, nel Centro Culturale Creativo del Comune di Cerreto d’Esi.

“Vogliamo privilegiare l’aspetto della partecipazione delle donne straniere – conclude l’Argalia - che sono state contattate tramite invito personale con la traduzione nella lingua madre. Ovviamente la riunione cui prenderanno parte rappresentanti dei sindacati e delle associazioni degli immigrati, è aperta a tutte le donne straniere che desiderano dare il loro contributo”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 maggio 2006 - 953 letture

In questo articolo si parla di cerreto d'esi