Urbino: al via la rassegna Carica dei 500

30/11/-0001 -
Spazio ai giovani con il Premio “Pigro” dedicato al cantautore Ivan Graziani.

dalla Regione Marche
www.regione.marche.it


E’ stato presentato questa mattina dall’assessore regionale alle Politiche Giovanili, Gianluca Carrabs, l’evento “Carica dei 500”, che si svolgerà a Urbino, dal 6 all’11 giugno. Una manifestazione, patrocinata dalla Regione Marche, articolata in diversi momenti culturali e musicali tra i quali il Premio “Pigro” – Omaggio a Ivan Graziani, in programma il 9 e 10 giugno.

“Carica dei 500 – ha spiegato Carrabs – è un contenitore che omaggia il cinquecentesimo anniversario della fondazione dell’Università degli Studi di Urbino “Carlo Bo”. Sarà una ricorrenza che dà spazio a interventi di tipo aggregativo e musicale. Sarà un modo per festeggiare insieme gli studenti e l’Università attraverso un suo studente autorevole: Ivan Graziani”.

Un’attenzione rivolta ai giovani come amava fare Ivan Graziani che era “solito lasciare i microfoni aperti alla fine dei suoi concerti, invitandoli sul palco a intervenire e ad esibirsi”, ha ricordato la moglie del cantautore Anna Graziani, presente in conferenza stampa.
Urbino nei giorni della rassegna sarà animata nel centro storico e nelle aule dell’Ateneo da grandi artisti come Ron, Carmen Consoli, Gianluca Grignani, Simone Cristicchi, Tiromancino e Pupo che si esibiranno in concerto e incontreranno i giovani.

In programma, le mostre di chitarre storiche della Eko e dei disegni di Ivan Graziani, la Festa dello studente e l’assegnazione del Premio “Pigro” da parte di una giuria autorevole composta, tra gli altri, da Ron, da Fausto Mesolella (chitarrista degli Avion Travel), dai giornalisti Dario Salvatori, Piero Galletti e Mario Pezzolla e dal direttore della rivista musicale “L’isola che non c’era”, Francesco Paracchini.

“Il Premio ‘Pigro’ - ha ricordato Carrabs - finora si è svolto a Teramo, città natale di Ivan Graziani. Vorremmo che diventasse un premio marchigiano a tutti gli effetti per dare spazio ai giovani musicisti che hanno bisogno di un vero palcoscenico dove esibirsi. Le Marche potranno così diventare un laboratorio didattico, artistico e culturale capace di dare speranze e alternative ai giovani”.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 20 maggio 2006 - 1265 letture

In questo articolo si parla di urbino, ivan graziani, premio pigro