Il sogno biologico europeo

2' di lettura 30/11/-0001 -
Monastero di Montebello, Isola del Piano, il giardino del Mediterraneo apre le porte con tre grandi eventi.



Sabato 27 maggio 2006, l'Europa incontra Montebello per un sogno comune nel più grande evento internazionale dedicato al biologico: BIOEUROPA 2006.

Qualità, promozione e distribuzione dei prodotti biologici. Questo, tema e titolo dell'edizione 2006 curata dall'Associazione Mediterranea Agricoltura Biologica.

Sarà il Presidente, Gino Girolomoni, a dare l'avvio al programma della giornata, seguito dagli interventi di Paolo Adriano Battistoni, sindaco di Isola del Piano, Graziano Ilari, assessore all'agricoltura della provincia di Pesaro e Urbino e Paolo Petrini assessore all'agricoltura della Regione Marche.

Quale mercato per la produzione biologica italiana?

E se l'Europa decide sul piano d'azione per un'agricoltura biologica comunitaria, Montebello le sue scelte le ha già compiute: etica, bellezza e umanità in una terra dove al primo posto si trova un'agricoltura pulita e il mito di un paesaggio sostenibile.

Perchè l'agricoltura biologica riflette sulla qualità della vita, sulla difesa e il rispetto dell'ambiente, sulla sicurezza alimentare, sulla tutela dell'ecosistema e delle biodiversità. La maggiore sensibilità da parte dei consumatori ha moltiplicato, dal 1993 ad oggi, il numero di aziende che si dedicano alla produzione biologica. Fulvio Mamone Capria, dell'Ismea (Istituto di servizi per il Mercato Agricolo Alimentare), esporrà le prospettive dell'agricoltura biologica italiana nella nuova programmazione della Politica agricola comunitaria. Standardizzazioni, identità locali nel meccanismo della globalizzazione, commercializzazione del prodotto biologico italiano nel mercato globalizzato. Quali prospettive? Risponde il Prof. Raffaele Zanoli dell'Università Politecnica delle Marche. Chiude il dibattito e l'edizione 2006 di BIOEUROPA, il Responsabile nazionale per l'Agricoltura, Luca Marcora (Margherita). Un altro appuntamento, altrettanto importante per i consumatori e gli addetti ai lavori, precede Bioeuropa nella mattinata di sabato. L'Alce Nero Cooperativa presenterà, alla presenza del dirigente del Servizio Agricoltura della Regione Marche , Vincenzo Cimino, il nuovo disciplinare di produzione dei Grani Antichi. Infine, per chiudere in festa, domenica 28 maggio Montebello apre le porte ai consumatori, “Porte aperte a Montebello” è l'iniziativa di Alce Nero cooperativa ed Ecor per invitare tutti i consumatori a visitare la Cooperativa Alce Nero con i suoi meravigliosi campi di cereali e il pastificio. Alle 15.00 dibattito e spazio aperto alle domande dei consumatori.

Monastero di Montebello, 1 – 61030 Isola del Piano (PU)
Tel. 0721.720334
Fax 0721.720326

Scarica il programma (formato pdf)





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 19 maggio 2006 - 1354 letture

In questo articolo si parla di ambiente, urbino, biologico