Morrovalle: raccolti 20 mila euro per l'Eritrea

30/11/-0001 -
Ha riscosso un grande successo l’iniziativa “Morrovalle in concerto”: due serate al teatro comunale legate al progetto di solidarietà “Eritrea, per un raggio di luce all’orizzonte”, inserito nel programma di cooperazione internazionale lanciato e sostenuto dalla Provincia di Macerata.

dalla Provincia di Macerata
www.provincia.mc.it


Un doppio appuntamento, all’insegna del “tutto esaurito”, che è stato però soltanto la punta di un iceberg costruito nel tempo dalla comunità locale: cittadini, aziende, associazioni, alunni e docenti, amministratori.
Tutto è partito dalla scuola dell’infanzia dell’Istituto comprensivo di Morrovalle che nei mesi scorsi, su impulso dell’insegnante Francesca Quagliatini, animatrice dell’iniziativa e del dirigente scolastico Pasquale Girotti, ha “sposato” proprio il progetto provinciale di cooperazione internazionale per l’Eritrea.
Ben presto il “tam tam” della generosità si è allargato al tessuto socio-economico della città, poi al territorio, con il risultato che – tra l’impegno in ambito scolastico, l’interesse dei cittadini e l’attenzione di un’ottantina di imprese – è stata raccolta alla fine una somma di circa 20 mila euro, destinata alla popolazione eritrea che vive nel villaggio di Buya, preso in “affido” dalla Provincia di Macerata.
E’ questa una delle zone più povere al mondo e gli aiuti saranno indirizzati per sostenere principalmente le esigenze dei bambini e degli anziani.
Così, per ringraziare la cittadinanza e coloro che tanta sensibilità hanno dimostrato, è stata organizzata la manifestazione al teatro: due serate di spettacolo promosse in collaborazione con il Comune e la Provincia, cui hanno partecipato, fra gli altri, i sindaci di otto Comuni del territorio, il presidente della Provincia, Giulio Silenzi, l’assessore provinciale all’Istruzione, Clara Maccari, che segue da vicino il programma di aiuti, il consigliere regionale Sara Giannini, nonché autorità locali. Molto apprezzata la “formula” dello spettacolo: un mix di balletto, lirica, operetta, musica contemporanea, recitazione, sotto la direzione artistica del maestro Danilo Tarquini e per le coreografie di Simonetta Strappa.
Numerosi i protagonisti, a cominciare dal coro “Solidalcanto” costituitosi per l’occasione – sulle ormai solide fondamenta della corale parrocchiale – e composto da trenta elementi di Morrovalle, di età compresa fra i 14 e i 75 anni.
Sul palco si sono esibiti anche il soprano Maria Cecilia Marinelli, accompagnata dal pianista Giordano Moriconi; le ballerine del Centro studio “Danzarte” di Macerata, diretto dalle insegnanti Simonetta Strappa e Valentina Pierandrei; e lo stesso maestro Danilo Tarquini, solista al pianoforte, mentre l’attore Oberdan Cesanelli ha declamato alcune poesie durante la proiezione di alcune immagini sulle condizioni di vita di gran parte della popolazione eritrea e sul progetto di cooperazione che la Provincia di Macerata sta portando avanti.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 10 maggio 2006 - 1650 letture

In questo articolo si parla di macerata, morrovalle