Studentessa senigalliese violentata in gita scolastica

30/11/-0001 -
Una gita di fine anno scolastico si è trasformata in un incubo per una studentessa di 17 anni del liceo classico Perticari di Senigallia, rimasta vittima di una violenza sessuale.



La giovane sarebbe stata violentata da un ragazzo partenopeo, anche lui in gita scolastica, conosciuto l'ultima sera in una discoteca di Lignano Sabbiadoro.

La scolaresca del liceo classico senigalliese, composta da circa una cinquantina di studenti, infatti aveva scelto come meta della vacanza un tour fra la Slovenia e i dintorni di Venezia.

Le due classi erano partite lo scorso 26 aprile, in pullman, accompagnate da alcuni insegnati. Dopo una tappa nella ex Yugoslavia, la scolaresca ha fatto tappa anche nella nota località veneta.
Una visita alla città, l'arrivo in albergo e poi la scelta di trascorre l'ultima sera in una delle discoteche del centro.

Il rientro a Senigallia era infatti previsto per sabato scorso a tarda sera. Venerdi però qualcosa non è andato come doveva e la vacanza si è trasformata in un incubo. La giovane era insieme a tutta la comitiva che avuto dagli insegnanti il permesso di anadare in discoteca.

Durante la serata la ragazza sarebbe stata avvicinata da un ragazzo, sembra di origini napoletane, che sfruttando gli apparenti e ingannevoli modi gentili, è riuscito ad attirare la sua attenzione convincendo la giovane ad allontanarsi dal resto della comitiva.
A notare che qualcosa non andava sarebbero state proprio le compagne di classe, preoccupate dell'assenza della ragazza.
Dopo averla cercata inutilmente all'interno della discoteca, i compagni si sono rivolti direttamente agli insegnanti.

E' bastato poco per capire che qualcosa non andava.
Mentre il resto della comitiva veniva riaccompagnato in pullman in albergo, la ragazza è stata ritrovata nei pressi della discoteca in evidente stato di shock.

La giovane ha raccontato di essere stata violentata da quel ragazzo che poco prima l'aveva avvicinata all'interno della discoteca. Una confessione sconvolgente per gli insegnati che l'hanno subito accompagnata al più vicino ospedale mentre veniva informata anche la famiglia di quanto accaduto.

In quattro e quattr'otto la decisione di fare rientro quanto prima a Senigallia, interropendo la gita e cambiando il programma stabilito che prevedeva un'ultima visita anche a Venezia. Tutta la scolaresca è tornata a casa sabato in tarda mattinata dopo che la giovane era stata accompagnata in Commissariato per denunciare la violenza subita.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 maggio 2006 - 1710 letture

In questo articolo si parla di cronaca, penelope pitti, redazione, senigallia