Pesaro: Giovanni Allevi in concerto

30/11/-0001 -
Sabato 6 maggio TeatrOltre - rassegna promossa dagli Assessorati alla Cultura dei Comuni di Urbino, Fano e Pesaro in collaborazione con la Provincia di Pesaro e Urbino, l’Amat e l’Eti – ospiterà al Teatro Rossini di Pesaro il concerto di Giovanni Allevi.



Sulla scia del clamore per i successi newyorkesi e per la scelta di un suo brano per uno spot televisivo da parte del regista Spike Lee, Allevi è considerato ora tra gli artisti più rappresentativi nel panorama musicale internazionale. “Voglio che chi ascolta la mia musica possa viaggiare di fantasia e dare forma ai propri sogni”, scrive l’artista. Lo dimostrano le sensazioni e le emozioni che si susseguono durante l’ascolto dei suoi lavori, perfetta fusione tra classico e jazz come il recente No concept.

“Go with the flow”, “Ciprea”, “Come sei veramente”, “Prendimi”, “Ti scrivo”, “Regina dei cristalli”, “Ossessione”, “Sospeso nel tempo”, “Le tue mani”, “Qui danza”, “Notte ad Harlem”, “Pensieri nascosti”, “Breath (a meditation)”: sono i tredici brani che compongono la track list di No concept.
Diplomato in Pianoforte con il massimo dei voti al Conservatorio F. Morlacchi di Perugia e in Composizione con il massimo dei voti al Conservatorio G. Verdi di Milano (senza dimenticare la laurea con lode in Filosofia con la tesi “Il vuoto nella Fisica Contemporanea”), Giovanni Allevi è considerato un nome emergente tra i compositori più rappresentativi nel panorama internazionale della musica classica contemporanea.

Dopo i primi due dischi, 13 Dita (1997) e Composizioni (2003), prodotti da Jovanotti per la sua etichetta Soleluna, con No concept il geniale pianista e compositore marchigiano approda ad una major importante come la Bmg, che ha voluto accostare il suo nome al prestigioso marchio Ricordi. Subito dopo la pubblicazione in Italia, la Bmg ha fatto seguire la pubblicazione del disco a livello internazionale, con maggior attenzione ai mercati USA e Giappone.
Anche alla luce del successo che l’artista ha avuto al Blue Note di New York, dove ha tenuto due strepitosi concerti, entrambi “sold out”, raccogliendo applausi e consensi da parte del pubblico e della critica.

Giovanni Allevi rielabora la tradizione classica europea aprendola alle nuove tendenze pop e contemporanee. Si trova dunque a suo agio sia nei teatri che negli stadi, di fronte alle platee dei concerti rock. Tanto da affermare che: “stiamo tornando nel Rinascimento italiano, dove l’artista deve essere un po’ filosofo, un po’ inventore, un po’ folle, deve uscire dalla torre d’avorio e avvicinarsi al sentire comune”.

Giovanni Allevi è da poco entrato nel ristretto elenco degli artisti firmati Bösendorfer, la prestigiosa casa viennese costruttrice di pianoforti, tra cui quel Bösendorfer “Imperial” (ce ne sono nove in Europa, uno in Italia, a Milano, presso il Laboratorio Griffa) con cui si esprime al meglio e ha registrato il disco. Il titolo di “Bösendorfer Artist” gli è stato insignito per le qualità di interprete sensibile e per la valenza di livello internazionale della sua espressione artistica.

Una gran bella soddisfazione per Giovanni Allevi, alla quale ora si aggiunge anche quella di essere un artista del colosso discografico Bmg, anzi, un artista che la Bmg vuole lanciare in tutto il mondo. No Concept è stato registrato/missato da Emiliano Alborghetti al Jungle Sound Studio di Milano e masterizzato da Claudio Giussani al Nautilus Mastering di Milano. Il progetto grafico del disco è a cura di Flora Sala (Studio Anastasia), la cover e le foto del disco portano la firma di Maki Galimberti. A fine estate Giovanni Allevi entrerà in studio di registrazione per realizzare il nuovo album di inediti che verrà pubblicato in autunno (sempre da Ricordi/SonyBmg Music Entertainment).

Info e biglietti (euro 10,00 ridotto euro 8,00): Teatro Rossini 0721 387620, Amat 071 2072439, www.amat.marche.it (vendita on line). Inizio concerto ore 21.15.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 03 maggio 2006 - 1684 letture

In questo articolo si parla di musica, pesaro, amat