Macerata: iniziato il processo a carico dei Resistenti

30/11/-0001 -
E' iniziato ieri mattina presso il Tribunale di Macerata il processo a carico dei cinque resistenti fermati in seguito alle forti contestazioniche del 4 marzo 2004 a Corridonia.

da Comunità Resistenti delle Marche


E' iniziato ieri mattina presso il Tribunale di Macerata il processo a carico dei 5 resistenti che il 4 marzo 2004 a Corridonia assieme ad altre centinaia di persone impedirono che le Marche potessero lasciare spazio alla barbarie dei campi di detenzione.

I fatti contestati si riferiscono alle forti contestazioni che seguirono al tentativo dell'amministrazione comunale di votare una variante al prg che avrebbe permesso la costruzione di un centro di permanenza. Il consiglio comunale fu sospeso dopo l'assurda irruzione della polizia nel'emiciclo consiliare.

Le imputazioni scaturite dall'inchiesta della magistratura sono interruzione di pubblico servizio, resistenza e lesioni a pubblico ufficiale. Il 9 novembre scorso il gip non accolse la richiesta di non luogo a procedere avanzata dalla difesa e rinviò a giudizio i cinque attivisti.

Lo svolgimento della prima udienza ha fatto registrare la costituzione di parte civile del Comune di Corridonia, ritenuta ammissibile ma ritenuta completamente priva di fondamento dalla difesa, non risultando l'ipotesi di reato di danneggiamento tra i capi di imputazione. L'udienza successiva è stata fissata per il 30 giugno prossimo, quando si procederà al dibattimento con l'esame delle testimonianze presentate dall'accusa.

Nel corso della conferenza stampa seguita al termine dell'udienza da parte della difesa è stato fatto appello a chiunque fosse in possesso di materiale audiovisivo di poter metterlo a disposizione, così che attraverso la documentazione video possano emergere chiaramente le gravi responsabilità delle forze dell'ordine e dei responsabili dell'ordine pubblico riguardo alla situazione creatasi all'interno dell'aula consiliare.

Come già accaduto in occasione della seduta preliminare, anche per l'udienza di ieri, palazzo di giustizia letteralmente circondato da un ingente spiegamento di forze dell'ordine.

Presenti all'ingresso fin dalle nove del mattino più di cinquanta attivisti che hanno partecipato al presidio organizzato dalle Comunità Resistenti delle Marche in solidarietà con gli imputati. L'appuntamento per il presidio di ieri era stato lanciato assieme all'Anpi dal palco delle celebrazioni del 25 aprile in piazza a Macerata prima dell'inizio del concerto della Banda Bassotti.

www.glomeda.org/documenti.php?id=537





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 29 aprile 2006 - 1034 letture

In questo articolo si parla di