Ancona: La mostra di Cagli aperta anche il 24 aprile

30/11/-0001 -
Un giorno in più nel ponte festivo per ammirare le opere dell’eclettico artista presso la Mole Vanvitelliana di Ancona.

da Noi Cultura
www.noicultura.it


La mostra anconetana di Corrado Cagli fa gli straordinari.

Il weekend pasquale è stato caratterizzato da un notevole afflusso di pubblico presso la Mole Vanvitelliana, dove è allestita l’antologica: proprio per questo, prevedendo un ripetersi del successo di interesse anche per il prossimo fine settimana, la Provincia di Ancona, ente organizzatore dell’esposizione, ha deciso di tenerla aperta per il ponte del 24 aprile, anche di lunedì, normalmente giorno di chiusura. Le oltre 400 opere dell’artista di origini anconetane saranno visibili dalle 10 alle 20.

Questa decisione, oltre ad andare fortemente incontro alle esigenze degli amanti d’arte provenienti da tutta Italia, accontenta i visitatori di Ancona e della provincia che intendono abbinare a una giornata di festa la possibilità di immergesi nel meraviglioso panorama artistico di Cagli, eclettica espressione del Novecento. Ad arricchire l’offerta turistica sono proposte due nuove convenzioni: la prima è sancita con l’associazione dei ristoratori anconetani della Confcommercio, che riserveranno ai visitatori della mostra, muniti di biglietto, uno sconto del 15% sul menu. La seconda è con l’associazione degli albergatori sempre della Confcommercio, che riserveranno sconti agli ospiti dell’antologica.

Anche i cinema Multiplex Giometti hanno appoggiato l’esposizione, a livello regionale, consigliando ai loro spettatori di visitare i lavori di Cagli: in questo caso, a tutti coloro in possesso di un biglietto Giometti sarà riservato l’ingresso in mostra a prezzo ridotto. Per facilitare e rendere più fruibile il percorso nel complesso mondo di Cagli sono disponibili, su richiesta, audioguide (anche in lingua inglese) e visite guidate pure per piccoli gruppi.

Tutte le informazioni sulle promozioni sono reperibili nel sito www.cagli.net.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 aprile 2006 - 1187 letture

In questo articolo si parla di