Binci: diritto al lavoro dei disabili, disattesa l’applicazione della legge

30/11/-0001 -
Il consigliere regionale dei Verdi, Massimo Binci, ha effettuato una rilevazione a livello regionale tramite i Centri per l’Impiego per verificare l’attuazione della legge 68/99 che ha come finalità l’inserimento e l’integrazione lavorativa delle persone disabili attraverso servizi di sostegno e di collocamento al lavoro.


I datori di lavoro pubblici e privati, secondo la legge, sono tenuti ad assumere lavoratori disabili nella seguente misura: 7% dei lavoratori occupati, se occupano più di 50 dipendenti; due lavoratori, se occupano da 36 a 50 dipendenti; un lavoratore, se occupano da 15 a 35 dipendenti.
“L’indagine dei Verdi - dichiara Binci - rivolta in questa fase alle ASL marchigiane, ha rilevato che ci sono ancora molte assunzioni obbligatorie da effettuare, ecco i dati delle scoperture nelle assunzioni”:

Provincia di Ancona:
ASUR Fabriano , 5 scoperture; ASUR Jesi, 5 scoperture, ASUR Senigallia, 21 scoperture. Risulta in regola l’ASUR di Ancona.

Provincia di Pesaro:
Urbino ASUR Pesaro, 11 scoperture (programma di inserimento di 12 unità); ASUR di Fano, 11 scoperture (stipulata una convenzione per l’assunzione di 11 unità in 4 anni). Azienda Ospedaliera San Salvatore 36 scoperture.

Risultano inoltre scoperture anche della Provincia di Pesaro, 19 scoperture con una previsione di inserimento di 9 unità. Comune di Pesaro 7, in programma l’inserimento part-time di 11 unità, l’INPS 11 scoperture.

Provincia di Macerata:
ASUR Civitanova, 9 scoperture; ASUR Macerata, 38 scoperture (programma di assunzione di tutte le unità in cinque anni); ASUR Senigallia, 21 scoperture. Provincia di Ascoli Piceno ASUR di Ascoli, nessuna scopertura.

Il consigliere Binci visto il quadro preoccupante, ha presentato in merito una interrogazione urgente alla Giunta Regionale , per conoscere quali atti formali intenda adottare affinché le norme riguardanti il collocamento al lavoro delle persone disabili, vengano applicate sia nella pubblica amministrazione che nelle imprese private.

da Massimo Binci
consigliere regionale Sinistra Democratica




Questo è un comunicato stampa pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 01 aprile 2006 - 1750 letture

In questo articolo si parla di disabili, lavoro, massimo binci


Romina

Sono una donna di 30 anni sposata con due figli,col 50% di invalidità.Sono iscritta all\'uffico di collocamento di Urbino e ciò che mi è stato offerto fino ad ora è fare le pulizie in aziende private!

Massimo Arduini

Il consigliere Binci, grazie per il suo lavoro, ha iniziato dall\'amministrazione pubblica; c\'è nessuno che ha voglia di fare questa ricerca nelle aziende private? Troverebbe aziende in prima fila quando è ora di fare beneficenza a chissà quali organizzazioni, per poi essere in netto ritardo nell\'applicazione della legge sul collocamento mirato. Si limitano a pagare multe pur di non assumere. A proposito di multe: che fine fanno i soldi che pagano le aziende? E non sarebbe ora di innalzare la cifra della multa (di 25 euro giornaliere per disabile inoccupato) ad una somma tale da scoraggiare l\'indempienza?<br />
Grazie dell\'ascolto.<br />
Paraplegico in carrozzella




logoEV