La Provincia di Ancona per il Saharawi

1' di lettura 30/11/-0001 -
Province e Comune di Ancona a favore del popolo Saharawi, che da anni vive una tragedia umana in pieno deserto algerino.

dalla Provincia di Ancona
www.provincia.ancona.it


Una tragedia aggravata, negli ultimi giorni, dalla devastante alluvione che ha colpito le zone dove i Saharawi sono rifugiati. Una sofferenza immane mitigata in parte dalla solidarietà internazionale cui partecipa attivamente anche la Provincia di Ancona, attraverso il suo Assessorato alla Solidarietà.

E’ in tale ambito che, proprio in questi giorni, la Provincia ha organizzato, presso il Rettorato dell’Università dorica, una mostra del fotoreporter romano Gianluca Belei: si tratta di un documento fotografico straordinario che sarà visibile fino al 26 marzo.

Nell’ambito della rassegna, oggi si è tenuto un incontro congiunto degli Assessori alla Cooperazione delle Province Marchigiane per rilanciare la questione Saharawi e, contestualmente, promuovere altre iniziative di solidarietà a seguito anche della pesantissima situazione venutasi a determinare a causa della alluvione.

Insieme al vice presidente e Assessore alla Solidarietà della Provincia di Ancona, Giancarlo Sagramola, erano presenti, al Rettorato, gli Assessori Renzo Savelli (Pesaro) e Licia Canicola (Ascoli Piceno). Il Comune di Ancona era rappresentato dall’Assessore Maria Grazia Camilletti.

Da parte sua, Savelli ha assicurato che la Provincia di Pesaro continuerà a sostenere le adozioni a distanza dei bimbi saharawi, mentre Licia Canicola ha confermato l’impegno della sua Provincia a favore della ricostruzione delle originarie case di sabbia.
Infine, Maria Grazia Camilletti ha dato assicurazione che il Comune di Ancona, insieme a ConfServizi e AnconaAmbiente, sosterrà la realizzazione di un progetto nel campo ambientale.





Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 25 marzo 2006 - 1115 letture

In questo articolo si parla di





logoEV