Colori lontani: l'esotismo nell'arte di Cinzia Barbarito

30/11/-0001 -
La pittrice Cinzia Barbarito con le sue opere racconta tutto il misticismo e l'operosità dei popoli incontrati durante i viaggi.
Gli occhi dei bambini, la saggezza degli anziani e la bellezza delle donne al lavoro sono raccolte nelle immagini di Colori lontani.

di Silvia Piermattei
silvia@viveresenigallia.it




Cinzia Barbarito si è spostata per tutta l'Italia ed ha vissuto nelle Marche per diversi anni.
Ora la sua casa è a Latina, ma conserva sempre un caro ricordo della nostra Regione.
Nell'Hotel Navigante di Castel Sant'Angelo Sul Nera è custodita la collezione di opere realizzata dalla pittrice che ha per soggetto la bellezza dei Monti Sibillini

Cinzia ha visitato l'Africa, il Sud America e il sud-est asiatico e in ogni viaggio ha catturato momenti di vita vissuta da donne, bambini ed anziani del posto.
I soggetti esotici sono sicuramente tra i preferiti di questa artista marchigiana d'adozione.

"Nelle donne ho ritratto soprattutto il carattere dell'operosità e della dedizione alla famiglia, mentre i visi di uomini anziani mi attraggono per la saggezza e la spiritualità che riescono ad esprimere.
Mi piacciono molto i paesaggi, i tramonti e l'acqua, ma i miei soggetti preferiti sono sicuramente i bambini di cui amo cogliere gli sguardi in momenti diversi!
- spiega Cinzia.








Questo è un articolo pubblicato il 30-11--0001 alle 00:00 sul giornale del 22 marzo 2006 - 3261 letture

In questo articolo si parla di